M.O.G.231/20

 Il D.Lgs. n. 231/2001 ha introdotto nel nostro ordinamento il principio della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche/enti per i reati commessi dalle loro figure apicali, di vertice, e dalle persone sottoposte alla vigilanza delle figure apicali anzidette nell’interesse o a vantaggio dell’ente stesso.


Il legislatore ha espressamente previsto la possibilità per l’Ente di essere esente dalla predetta responsabilità amministrativa nella sola ipotesi esimente in cui questi si sia dotato di un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo e di un Organismo di Vigilanza con la condizione che il predetto modello risulti costantemente verificato, efficace ed aggiornato.

 

L’Ente/Società non risponde amministrativamente dei reati commessi dai propri dipendenti se prova:

– di aver adottato ed attuato efficacemente un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo 231 conforme ai requisiti del D.Lgs. 231/2001

–  di aver affidato ad un organismo dotato di autonomi poteri d’iniziativa e controllo (ODV) la vigilanza e l’aggiornamento di tale Modello 231

–  che il modello organizzativo è stato eluso in modo fraudolento

Related Articles

IT SECURITY

DATA PROTECTION OFFICER

SECURITY MANAGER