RECUPERO CREDITI

PENSI CHE TRA PARCELLE E COMPENSINON CI SIA CONVENIENZA NELL’AVVALERSI  DELL’OPERADIPROFESSIONISTI?

Spedire lettere spesso non è sufficiente per ottenere giustizia.

 

Per questo CSS si avvale di professionisti che da anni lavorano nel settore e che con la massima professionalità compie ricerche approfondite per arrivare ai tuoi debitori!

 

CSS offre servizi a costi differenziali tagliati su misura  per ogni tipologia di credito affinché  tu possa finalmente vedere riconosciuto ciò che ti spetta di diritto, anche le somme più piccole!

 

PENSI SIA ORMAI IMPOSSIBILE TROVARE I TUOI DEBITORI?

 

CSS garantisce di trovare chiunque abbia ancora un debito nei tuoi confronti attraverso ricerche capillari e con la massima riservatezza!

PENSI CHE SIA INUTILE INDAGARE PERCHÉ RITIENI CHE I TUOI CREDITI SIANO ORMAI INESIGIBILI?

 

CSS analizza ogni possibile strategia di   recupero crediti e indaga su ogni possibile forma di recupero per realizzare la tua giusta richiesta di pagamento.

 

Anche negli sfortunati casi in cui ciò sia impossibile, le analisi di CSS offrono prova valida al fine di ottenere agevolazioni fiscali!

 

HAI PAURA AD ACCETTARE UN INCARICO PERCHÉ TEMI CHE IL TUO CLIENTE NON ABBIA LA POSSIBILITÀ DI PAGARTI?

 

CSS svolge ricerche mirate ad ottenere informazioni sulla solidità patrimoniale dei tuoi partner commerciali per evitarti brutte sorprese!

 

NON SAI SE VALGA LA PENA EMETTERE UN’INGIUNZIONE DI PAGAMENTO AD UN TUO DEBITORE?

 

Chiedi prima a CSS una ricerca preventiva ti potrebbe evitare costi inutili o darti informazioni importanti sull’assetto patrimoniale dei tuoi debitori!

CONSULENZAFINANZIARIA AZIENDE / PRIVATI

All’interno della nostra organizzazione, tra i vari professionisti, ci avvaliamo della collaborazione di un ex funzionario di banca che si occupa di:

- Consulenza Finanziaria,

- Struttura di Bilancio,

- Ristrutturazione del debito,

- Asset Management,

- Analisi dei costi finanziari,

- Ricerca fonti di finanziamento

CONSULENZA SULLA SICUREZZA E LA SALUTE DEI LAVORATORI NEI LUOGHI DI LAVORO

La tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori, oltre ad un obbligo morale, è comunque un obbligo stabilito dalla Costituzione della Repubblica, dal Codice Penale e da una moltitudine di leggi e regolamenti comunitari, nazionali e regionali.
Tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori significa tutelare le proprie risorse umane e quindi anche il proprio business. Significa inoltre minimizzare i costi dovuti alla non sicurezza, migliorare i rapporti con i lavoratori, l'organizzazione e l'efficienza dell'impresa e quindi la sua competitività sul mercato.
In relazione alla modifica della normativa sulla sicurezza, adottare un sistema di gestione della sicurezza sul lavoro, significa potere evitare le pesanti sanzioni introdotte con la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni.

 CSSè in grado di fornire consulenza sulla sicurezza e salute in materia di:

  • Assistenza completa sicurezza sul lavoro;

  • Assunzione di incarico di RSPP esterno per tutti i settori produttivi;

  • Valutazioni dei rischi aziendali;

  • Gestione ditte in appalto e valutazione rischi interferenziali;

  • Verifiche di conformità di luoghi ed attrezzature di lavoro;

  • Check-up amministrativi sulla documentazione;

  • Direttiva macchine e perizie su macchine ed impianti;

  • Sicurezza nei cantieri;

  • Procedure di gestione aziendale della sicurezza;

  • Misurazioni del rumore;

  • Consulenza normativa ed assistenza legale;

  • Formazione dei lavoratori, preposti, dirigenti e delle squadre di emergenza.

FORMAZIONE SULLA 81/08 SICUREZZA SUI LAVORATORI

Nella formazione dei lavoratori sono previsti corsi obbligatori per la sicurezza sul lavoro, che si dividono in rischio basso, medio e alto a seconda della mansione svolta. 

L'accordo Stato-Regioni del 21/12/2011, infatti, sancisce l'obbligo per il datore di lavoro di formare i propri dipendenti, ovvero tutti coloro che hanno contratti:
- a tempo determinato;
- a tempo indeterminato;
- a chiamata;
- stagionali.

Se da un lato sono esclusi i collaboratori familiari, dall’altro non lo sono le aziende prive di dipendenti ma in cui operano due o più soci: in questo caso, uno di loro deve essere identificato come datore di lavoro, mentre gli altri come lavoratori (soggetti, dunque, all’obbligo di frequentare il corso).

M.O.G.231/20

 Il D.Lgs. n. 231/2001 ha introdotto nel nostro ordinamento il principio della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche/enti per i reati commessi dalle loro figure apicali, di vertice, e dalle persone sottoposte alla vigilanza delle figure apicali anzidette nell’interesse o a vantaggio dell’ente stesso.


Il legislatore ha espressamente previsto la possibilità per l’Ente di essere esente dalla predetta responsabilità amministrativa nella sola ipotesi esimente in cui questi si sia dotato di un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo e di un Organismo di Vigilanza con la condizione che il predetto modello risulti costantemente verificato, efficace ed aggiornato.

 

L’Ente/Società non risponde amministrativamente dei reati commessi dai propri dipendenti se prova:

– di aver adottato ed attuato efficacemente un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo 231 conforme ai requisiti del D.Lgs. 231/2001

–  di aver affidato ad un organismo dotato di autonomi poteri d’iniziativa e controllo (ODV) la vigilanza e l’aggiornamento di tale Modello 231

–  che il modello organizzativo è stato eluso in modo fraudolento